PER LA MENTE,
CON IL CUORE

Il disturbo di depersonalizzazione e di derealizzazione

17/12/2021


Il disturbo di depersonalizzazione/derealizzazione è caratterizzato da una persistente o ricorrente sensazione di scollegamento dal proprio corpo o dai propri processi mentali, come se si stesse osservando la propria vita dall’esterno (depersonalizzazione), e/o dalla sensazione di essere dissociato dall’ambiente circostante (derealizzazione).
Questa è la definizione di un fenomeno che può avvenire, transitoriamente, in quasi tutte le persone.
Ad esempio, pensate a quando aspettate l’autobus o siete a bordo, quante volte siete talmente persi nei vostri pensieri o dalla musica, da non rendervi conto delle macchine che sono passate prima del bus o della strada che esso ha percorso. Poi scendete e tutto finisce, per voi
Per chi soffre di questo disturbo invece tali sensazioni possono capitare nei momenti più disparati.

A me succede spesso quando sono molto concentrata su qualcosa di intimo e personale, ad esempio durante una seduta dalla psicoterapeuta, oppure in luoghi affollati. Di botto vedo me stessa su un piano e tutti gli altri su un altro, come se fossimo a teatro e tutto ciò che mi circonda fosse la scenografia. Altre volte, invece, io non sono la protagonista perché sono scollegata anche da me stessa, il corpo dentro a cui sono, non è più il mio, sono padrona solamente dei miei processi mentali che, però, vanno veloci e sono difficili da afferrare. 

Capita che le persone intorno a me provino ad abbracciarmi o a dirmi parole di conforto (come “ti voglio bene”, “non sei sola”) ma, in quel momento, io non sento niente, tutto mi attraversa come se non fossi lì.
All’inizio è stato molto difficile capire questo fenomeno e, tutt’ora, sebbene si verifichi più raramente, è complicato da gestire anche se con il tempo ho imparato dei piccoli accorgimenti per cercare di non rimanere intrappolata da queste sensazioni e dai pensieri che esse generano.
Mi aiuta cercare di non giudicare ciò che sto provando ma semplicemente cercare di adottare le tecniche di respirazione per focalizzarmi solo sul respiro e sul senso di tranquillità che mi trasmette, possibilmente stando in un luogo tranquillo.
Dopo si deve ricominciare a fare ciò che si stava facendo sempre senza giudicarsi, concentrandosi su azioni semplici: lavare i piatti, pulire casa, farsi un te, fare una doccia, fare due passi… Oppure attuare delle tecniche di grounding: utilizzare i 5 sensi per sentirsi maggiormente legati al proprio corpo e al mondo (esempio: si può usare del ghiaccio che, attraverso il tatto e l’impulso che il freddo scatena, ti ancora al corpo e al presente)

Ho imparato che, per la mia esperienza, sono sensazioni difficilmente comprensibili da chi non le ha mai provate e, quindi, è complicato spiegare alle altre persone cosa si sta provando. Questo però non deve scoraggiarci dal provare a includere chi ci sta vicino in ciò che stiamo passando.
In alcuni momenti per me è stato prezioso avere accanto a me persone informate e che potessero aiutarmi a focalizzarmi su me stessa e non su ciò che mi stava accadendo.
Con la giusta terapia e il tempo (che ci serve per conoscerci e conoscere la patologia), si può riuscire a prendere per tempo l’insorgere di un episodio e quindi riuscire a conviverci più o meno facilmente.

Fonte: https://www.msdmanuals.com/it-it/casa/disturbi-di-salute-mentale/disturbi-dissociativi/disturbo-di-depersonalizzazione-derealizzazione

Disturbo di depersonalizzazione/derealizzazione – Disturbi di salute mentale – Manuale MSD, versione per i pazienti

Scritto da Diletta
per il progetto Attivismo digitale

Utilizziamo i cookies per garantire la corretta funzionalita' del sito e per tenere conto delle tue scelte di navigazione in modo da offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo anche cookies di terze parti. Per saperne di piu' consulta le nostre Privacy Policy e Cookie Policy.
Continuando nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizziamo i cookies per garantire la corretta funzionalità del sito e per tenere conto delle tue scelte di navigazione in modo da offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo anche cookies di terze parti. Per saperne di più consulta le nostre Privacy Policy e Cookie Policy. Continuando nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi